Stampa

ANPAL – I° rapporto in materia di tirocini extracurriculari


tirocinante con il proprio tutor
icona

ANPAL ha reso disponibile il primo "Rapporto di Monitoraggio nazionale in materia di tirocini extracurriculari”. Il documento, previsto dalle stesse Linee guida in materia di tirocini extracurriculari emanante nel 2013 e aggiornate nel 2017, fornisce un’analisi delle esperienze e degli esiti dei tirocini extracurriculari realizzati tra il 2014 e il 2017, a partire dai dati del Sistema unitario delle Comunicazioni Obbligatorie.

Il tema della qualità dei tirocini è stato ed è fra quelli a cui è dedicata particolare attenzione sia dalla Commissione Europea sia dai singoli Stati membri, che hanno intrapreso un importante sforzo legislativo per regolamentare e promuovere la qualificazione dello strumento, inserito non solo all’interno dei loro diversi sistemi formativi, ma anche come politica attiva fra le più utilizzate per l’ingresso nel mondo del lavoro.

Dall’art. 18 della Legge Treu 196/97 sulle Norme in materia di promozione dell’occupazione, al DM 142 del 1998 (ancora l’unica normativa nazionale a cui fare riferimento per i tirocini curriculari), fino alla Legge 92 del 2012 (art. 1 comma 34), il tirocinio extracurriculare è stato oggetto di un lungo iter legislativo che si è compiuto proprio con l’Accordo Stato-Regioni del 24 gennaio 2013. Oggi rappresenta un valido strumento per aumentare l’occupabilità e facilitare la transizione verso un’occupazione regolare attraverso un periodo di pratica lavorativa di durata limitata, non necessariamente retribuita, il cui obbiettivo è l’acquisizione di un’esperienza di pratica professionale.

I tirocini extracurriculari in Italia sono aumentati in maniera consistente dal 2014 al 2017, anni nei quali sono entrate a regime le normative regionali e provinciali sulla materia, a partire dalle prime Linee guida definite in sede di Conferenza Stato-Regioni. Per comprendere al meglio le dimensioni del fenomeno basti pensare che nel quadriennio considerato sono stati attivati oltre 1milione e 263mila tirocini extracurriculari, che hanno coinvolto 1milione e 57mila individui (con una media di 1,19 tirocini per individuo) e quasi 402mila aziende.

Di seguito l’indice degli argomenti :

1 LA NORMATIVA

1.1 Il quadro europeo di qualità per i tirocini
1.2 La normativa italiana: dall’art. 18 della legge 196/97 alle linee guida 2013
1.3 Dalle linee guida nazionali del 2013 a quelle del 2017
1.4 L’attuazione delle linee guida del 2013 e del 2017: breve analisi comparata delle regolamentazioni regionali

2 IL MONITORAGGIO NAZIONALE DEI TIROCINI EXTRACURRICULARI

2.1 Il flusso dei tirocini in Italia dal 2014 al 2017
2.2 I tirocini in mobilità geografica nazionale
2.3 I soggetti promotori
2.4 I soggetti ospitanti
2.5 Le categorie di tirocinanti
2.6 Tirocini e professioni
2.7 Durata, proroghe e interruzioni

3 GLI ESITI DEI TIROCINI EXTRACURRICULARI

3.1 Un primo quadro d’insieme
3.2 Il tasso di inserimento: la stima degli esiti dei tirocini
3.3 Un’analisi delle caratteristiche dell’occupazione a 6 mesi dalla fine delle esperienze
3.4 Le variabili che caratterizzano i tassi di inserimento
3.5 Il tirocinio dopo il tirocinio. Quale funzione per quale risultato

Fonte: ANPAL